Discussione:
Web app in Delphi con Delphi
(troppo vecchio per rispondere)
Stefano
2017-02-18 20:32:31 UTC
Permalink
"React is the library created by Facebook to manage user interfaces
inside the famous social network. In this talk we'll se how you can
develop Web applications with a highly dynamic and performing UI
connected to a Web API provided by a Delphi backend"

Leggendo questa nota, mi sono incuriosto; anche perche' dovrei
aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.

Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.

Avete notizie su dove reperire documentazione.
Morde
2017-02-19 12:53:41 UTC
Permalink
Post by Stefano
Leggendo questa nota, mi sono incuriosto; anche perche' dovrei
aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.
Se hai seguito il ng recentemente sai già perchè delphi -IMHO- non è
adatto per questo tipo di sviluppo (vedi tiobe index story e Gartner
analysis).

Il mio consiglio è di sviluppare la parte web con strumenti più adatti e
di integrare dentro il tuo gestionale tale parte tramite un componente
wrapper di un web browser.
--
Morde
4ndre4
2017-02-19 13:04:43 UTC
Permalink
On Saturday, 18 February 2017 20:32:35 UTC, Stefano wrote:

[...]
Post by Stefano
Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.
Cosa vuol dire "usare React in Delphi"?
Il talk che hai citato credo illustri come creare un'applicazione web in cui per l'UI viene impiegato React, ma Delphi per il backend, quindi non e` su come "usare React in Delphi". Specifica meglio quello che vuoi fare. Il front end web di qualunque sistema, ormai, prescinde dal backend. Di solito usi una tecnologia basata su HTML5/JavaScript (il framework, se Angular o React, per esempio) lo decidi tu. Se si interfaccia al server mediante una REST API, il server sei libero di implementarlo come vuoi.
Delta11
2017-02-19 17:05:29 UTC
Permalink
Post by Stefano
"React is the library created by Facebook to manage user interfaces
inside the famous social network. In this talk we'll se how you can
develop Web applications with a highly dynamic and performing UI
connected to a Web API provided by a Delphi backend"
Leggendo questa nota, mi sono incuriosto; anche perche' dovrei
aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.
Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.
Avete notizie su dove reperire documentazione.
prova con cobolscript è fantastico!
--
Ripristinare il trattato di Vienna è imperativo!
W IL LOMBARDO-VENETO.
W LA LIBERTA'.
ONORE E GLORIA A S.M. CARLO D'ASBURGO-LORENA!!!
Stefano
2017-02-19 18:57:04 UTC
Permalink
Post by Delta11
[...]
Post by Stefano
Avete notizie su dove reperire documentazione.
prova con cobolscript è fantastico!
un paio di c.............
Alberto Salvati
2017-02-20 07:48:24 UTC
Permalink
Delphi non è adatto allo sviluppo web, almeno non per la parte di front-end.
Qualunque persona tu dovessi incontrare che sostiene il contrario è da IGNORARE.
Post by Stefano
aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.
Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?


A.
Stefano
2017-02-20 13:21:15 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
Delphi non è adatto allo sviluppo web, almeno non per la parte di front-end.
Qualunque persona tu dovessi incontrare che sostiene il contrario è da IGNORARE.
Compreso Daniele Teti ? , ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
Book, RestFul da pag.174
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.
Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?
Certo che no , ma ho dato uno sguardo a Visual Studio Community, sezione
C#; l'Ide e' di una lentezza spaventosa paragonato a RAD Studio.

Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
4ndre4
2017-02-20 13:37:28 UTC
Permalink
On Monday, 20 February 2017 13:21:17 UTC, Stefano wrote:

[...]
Post by Stefano
Compreso Daniele Teti ? , ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
Book, RestFul da pag.174
Teti parla dell'implementazione di un sistema RESTful. Delphi puo` essere usato (come e` stato gia` detto in questo thread) per sviluppare il back-end. React lo usi a prescindere da Delphi.
Enrico Bianchi
2017-02-20 16:15:38 UTC
Permalink
Post by Stefano
Compreso Daniele Teti ? , ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
Book, RestFul da pag.174
Occhio, un conto è fare una webapp che espone un'API REST con cui ti
restituisce dei dati (solitamente in formato JSON), un altro è fare una
webapp che mostra quei dati all'utente. La prima la fai tranquillamente con
Delphi, per la seconda non solo devi integrarla con Javascript (che è una
merda), ma non conviene nemmeno usare Delphi per il backend

Enrico
Alberto Salvati
2017-02-21 08:15:34 UTC
Permalink
Post by Stefano
Compreso Daniele Teti ?
Con tutto il rispetto per Daniele, che fai, ti fidi di guru (o presunti tali) che non saranno li con te "by night" qualora (non te lo auguro: ci mancherebbe!) dovessi trovarti nella merda?
E poi, scusami, ma chiedere a Daniele e/o altre persone Embarcadero se delphi va bene per fare una tal cosa non lo trovi molto simile a chiedere all'oste se il vino è buono?


, ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
Post by Stefano
Book, RestFul da pag.174
Onestamente, non ho MAI comprato libri su delphi, e quindi non conosco il testo che stai citando.
Alcune osservazioni:

1) la tua citazione non spiega se parliamo di backend, frontend o entrambi

2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
DEBBA fare quella tal cosa

3) investire OGGI su delphi è FOLLIA

4) chiediti se questo attaccamento a delphi cozza-style è basato su motivi OGGETTIVI o se non sia semplice timore di lasciare il porto sicuro

5) so per certo di un application server REST scritto in delphi;
un mio cliente se lo è fatto sviluppare non ricordo da chi, ma è solo un back-end, usato poi da una applicazione web scritta in html5.

6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo di backend, frontend ed eventuale db che tu poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE come si deve a prescindere dal browser?
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?
Certo che no
ma ho dato uno sguardo a Visual Studio Community, sezione
C#; l'Ide e' di una lentezza spaventosa paragonato a RAD Studio.
Non citi la versione di rad-studio ne quella di vs community e non hai indicato di quale hardware stiamo parlando.

Ti do alcuni dati "sulla mia pelle"...

sul mio notebook personale ho xe7 e vs community ( oltre a android studio, netbeans, videostudio pro di corel, office, mysql con relativa workbench e altre amenità..)

ho una soluzione in c# composta da 8 diversi progetti (non pesantissimi,lo ammetto) di cui 6 librerie di classi e 2 eseguibili.

Poi ho una applicazione delphi non leggerissima ma nemmeno tanto pesante.
Sono circa 80 form, tanto per darti un idea, firedac, database mysql.

Bene, alla lunga ze7 si "siede", e nota che sto compilando a 32 bit.
il mio notebook è un i7, 32 giga di ram, disco primario ssd samsung pro, disco secondario da 7200 rpm e scheda grafica integrata intel con un giga di ram ovviamente non condivisa(è un zbook hp di circa 2 anni fa "potenziato"..)

Per contro, da un mio cliente uso berlin per un prodotto software non banale (parliamo di BI); pochissimi form ma molte classi di logica.
Bene..
A parte che ho notato una certa instabilità, berlin si siede.
Certo, il pc non è comparabile con il mio notebook.
Ma con xe3 questa lentezza, a parità di hardware, non la ricordo.
Post by Stefano
Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
Adesso non esageriamo...! :-)


Non esiste solo delphi o c# o asp.net.
Non esiste solo windows.
Non esiste solo SqlServer....
etc etc etc

A.
4ndre4
2017-02-21 12:51:00 UTC
Permalink
On 21/02/2017 08:15, Alberto Salvati wrote:

[...]
Post by Alberto Salvati
E poi, scusami, ma chiedere a Daniele e/o altre persone Embarcadero se delphi va bene per fare una tal cosa non lo trovi molto simile a chiedere all'oste se il vino è buono?
Precisiamo ancora una volta che in quel libro Daniele Teti non sta
parlando di Delphi quale tecnologia di sviluppo front-end. Sta parlando
di un sistema RESTful e del *backend* in Delphi. Cito testualmente:

"This recipe uses the Delphi MVC Framework, a Delphi open source
framework based on WebBroker that allows you to create powerful RESTful
web services." (pag. 175)
--
4ndre4
Stefano
2017-02-22 12:40:54 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Compreso Daniele Teti ?
Con tutto il rispetto per Daniele, che fai, ti fidi di guru (o presunti tali)
che non saranno li con te "by night" qualora (non te lo auguro: ci
mancherebbe!) dovessi trovarti nella merda?
quando capita, non c'e' verso se ne deve uscire da soli .. o affogare.
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
E poi, scusami, ma chiedere a Daniele e/o altre persone Embarcadero se delphi va bene per fare una tal cosa
non lo trovi molto simile a chiedere all'oste se il vino è buono?
a differenza dell'oste, una qualunque affermazione, va in qualche modo
supportata dai fatti
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Onestamente, non ho MAI comprato libri su delphi, e quindi non conosco il testo che stai citando.
1) la tua citazione non spiega se parliamo di backend, frontend o entrambi
2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
Post by Alberto Salvati
DEBBA fare quella tal cosa
certo ma se esiste una possibilit' perche' non provarci.
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
3) investire OGGI su delphi è FOLLIA
no, a livello desktop client/server e' ancora molto valido; anche per
Android qualcosa si tira fuori.
Ho provato anche un emule di Delphi multipiattaforma CodeTyphon (Pilot
Logic, compila ma poi creare l'APK da console e' un bel casino
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
4) chiediti se questo attaccamento a delphi cozza-style è basato su motivi OGGETTIVI o se non sia semplice timore
di lasciare il porto sicuro
molto oggettivi, vorrebbero avere la possibilita' di visualizzare dei
dati via web, a questo proposito mi ricordo di applicativi (D2007) che
usavano Rem Object per agganciare WebService
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo di backend, frontend ed eventuale db che tu
poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE come si deve a prescindere
dal browser?
niente demo
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?
Certo che no
ma ho dato uno sguardo a Visual Studio Community, sezione
C#; l'Ide e' di una lentezza spaventosa paragonato a RAD Studio.
Non citi la versione di rad-studio ne quella di vs community e non hai indicato di quale hardware stiamo parlando.
RAD Studio Berlin 10.1 Update 2 Architect e V.S Commuity 2015, hardware:
leggi sotto
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Ti do alcuni dati "sulla mia pelle"...
sul mio notebook personale ho xe7 e vs community ( oltre a android studio, netbeans, videostudio pro di corel, office,
mysql con relativa workbench e altre amenità..)
ho una soluzione in c# composta da 8 diversi progetti (non pesantissimi,lo ammetto) di cui 6 librerie di classi e 2 eseguibili.
Poi ho una applicazione delphi non leggerissima ma nemmeno tanto pesante.
Sono circa 80 form, tanto per darti un idea, firedac, database mysql.
Bene, alla lunga ze7 si "siede", e nota che sto compilando a 32 bit.
il mio notebook è un i7, 32 giga di ram, disco primario ssd samsung pro, disco secondario da 7200 rpm e scheda grafica integrata
intel con un giga di ram ovviamente non condivisa(è un zbook hp di
circa 2 anni fa "potenziato"..)
Macchina Desktop 16 gb ram, sk.Grafica 2Gb dedicata + driver Catalyst,
cpu AMD A8-6500, so Win10 Pro; oltre RAD Studio uso MySQL WorkBench e
IBExpert per Firebird, Photoshop CC (gia' pesante di suo)
La macchina non si siede ne in compilazione, ne' durante l'uso di V.M.
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Per contro, da un mio cliente uso berlin per un prodotto software non banale (parliamo di BI); pochissimi form ma molte classi di logica.
Bene..
A parte che ho notato una certa instabilità, berlin si siede.
Certo, il pc non è comparabile con il mio notebook.
Ma con xe3 questa lentezza, a parità di hardware, non la ricordo.
Uso Berlin tutto il giorno e non ho avuto problemi di "instabilita' o
piantamenti", come non li avevo con XE7 solo fortuna ?
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
Adesso non esageriamo...! :-)
mah ? , dopo un'ora di tentativi con V.S Community 2015, progetto C#
WebForm, non sono arrivato a niente (ammetto di non conoscere V.S. ne
che mi sia troppo simpatico al momento),
tentativo di creare una pagina Asp.Net minima; 10 min di notepad ++
e ho creato un file .aspx per visualizzare due caselle di testo ed un Button
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Non esiste solo delphi o c# o asp.net.
Non esiste solo windows.
Non esiste solo SqlServer....
etc etc etc
gia' e' un mondo vario e vasto, dove esiste tutto ed il contrario di tutto.
Alberto Salvati
2017-02-22 13:08:10 UTC
Permalink
Post by Stefano
quando capita, non c'e' verso se ne deve uscire da soli .. o affogare.
Certo, ma in genere è meglio EVITARE di arrivare a situazioni del genere.
Post by Stefano
a differenza dell'oste, una qualunque affermazione, va in qualche modo
supportata dai fatti
Onestamente, non ho capito.
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
Post by Alberto Salvati
DEBBA fare quella tal cosa
certo ma se esiste una possibilit' perche' non provarci.
Giusta osservazione.
La questione è il tempo ed il suo utilizzo nel modo più proficuo, secondo me.
E visto che delphi non nasce di sicuro per web front-end e che sulla parte backend ci sono tecnologie consolidate etc, secondo me il tempo investito per fare queste cose in delphi è un COSTO.
Poi, ovviamente (ma non per tutti) ognuno dispone del propio tempo come meglio crede.
Post by Stefano
no, a livello desktop client/server e' ancora molto valido;
Non condivido il tuo punto di vista. Secondo me lo era fino a xe3.
Post by Stefano
anche per
Android qualcosa si tira fuori.
Ad esempio?
Post by Stefano
Ho provato anche un emule di Delphi multipiattaforma CodeTyphon (Pilot
Logic, compila ma poi creare l'APK da console e' un bel casino
Perchè sbattersi su cose di questo tipo e non su androdd studio o eventualmente xamarin?
Post by Stefano
motivi molto oggettivi,
Cioe'?
Post by Stefano
vorrebbero
..ehm...Chi..??
Post by Stefano
avere la possibilita' di visualizzare dei
dati via web,
Comer il 90% degli utenti.
Post by Stefano
a questo proposito mi ricordo di applicativi
Quali?
Post by Stefano
(D2007)
..quindi, così a spanne, saranno 8 anni fa..?
Post by Stefano
che
usavano Rem Object per agganciare WebService
Contenti loro...
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo di backend, frontend ed eventuale db che tu
poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE come si deve a prescindere
dal browser?
niente demo
Non so perchè, ma immaginavo.
Post by Stefano
Uso Berlin tutto il giorno e non ho avuto problemi di "instabilita' o
piantamenti", come non li avevo con XE7 solo fortuna ?
Magari fai cose diverse..?
Magari non usi i 64 bit?
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
Adesso non esageriamo...! :-)
mah ? , dopo un'ora di tentativi con V.S Community 2015, progetto C#
WebForm,
non sono arrivato a niente (ammetto di non conoscere V.S. ne
che mi sia troppo simpatico al momento),
.....Webform????? Grazie al kakkio!
Webform è uno dei tanti "aborti" di microsoft.
L'idea era di sviluppare web come in client/server.
Se vuoi fare sviluppo web in .net, oggi si usa il framework MVC (backend tipicamente html + javascript, e frontend), WebApi (solo backend).
Ancora, se non puoi usare ste 2 cose, usi WCF.
Io sto usando MVC sul mio notebook e non si siede, salvo che non attivi alcune opzioni avanzate di debug: allora si, e stranamente, vs ti AVVISA! :-d
Post by Stefano
gia' e' un mondo vario e vasto, dove esiste tutto ed il contrario di tutto.
Già. A volte anche troppo... :-P

A.
Stefano
2017-02-22 20:25:49 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
quando capita, non c'e' verso se ne deve uscire da soli .. o affogare.
Certo, ma in genere è meglio EVITARE di arrivare a situazioni del genere.
gia' molto salutare
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
a differenza dell'oste, una qualunque affermazione, va in qualche modo
supportata dai fatti
Onestamente, non ho capito.
se Teti/Cantu' o altri affermano che con Rest si puo' fare qualcosa,
giocoforza lo devono dimaostra con il codice, l'Oste solo a parole dice
che il suo vino e' buono
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
Post by Alberto Salvati
DEBBA fare quella tal cosa
certo ma se esiste una possibilit' perche' non provarci.
Giusta osservazione.
La questione è il tempo ed il suo utilizzo nel modo più proficuo, secondo me.
E visto che delphi non nasce di sicuro per web front-end e che sulla parte backend ci sono tecnologie consolidate etc,
secondo me il tempo investito per fare queste cose in delphi è un COSTO.
Poi, ovviamente (ma non per tutti) ognuno dispone del propio tempo come meglio crede.
niente da dire hai ragione
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
no, a livello desktop client/server e' ancora molto valido;
Non condivido il tuo punto di vista. Secondo me lo era fino a xe3.
mi piacerebbe approfondire, secondo te sono cambiate le richieste o
peggiorato da XE4 in poi ?
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
anche per
Android qualcosa si tira fuori.
Ad esempio?
App con connessione Db tramite FireDac, non sono difficili, resta FM che
secondo me e' un po' contorto, anche se l'idea di base non e' male,
per creare un componente tipo una sorta si TListBox con Immagini, si
devono gestire 3 componenti diversi, oppure affidarsi a TMS
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Ho provato anche un emule di Delphi multipiattaforma CodeTyphon (Pilot
Logic, compila ma poi creare l'APK da console e' un bel casino
Perchè sbattersi su cose di questo tipo e non su androdd studio o eventualmente xamarin?
questo solo per capire cosa si poteva fare con FM
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
motivi molto oggettivi,
Cioe'?
Almeno 2 applicativi gestionali Delphi pesanti (Vetrerie e Compagnie
Assicurazione), il primo ovviamente dare la possibilita' di gestire
magazzino/scorte via Web; il secondo visualizzare polizze / storico
degli attestati di rischio via Web
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
vorrebbero
..ehm...Chi..??
ovvio, quelli che pagano
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
avere la possibilita' di visualizzare dei
dati via web,
Comer il 90% degli utenti.
gia'
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
a questo proposito mi ricordo di applicativi
Quali?
Post by Stefano
(D2007)
un applicativo chiamato Millenium (settore Compagnie Assicurazione, per
le agenzie c'era qualcosa di diverso)
Post by Alberto Salvati
..quindi, così a spanne, saranno 8 anni fa..?
Post by Stefano
che
usavano Rem Object per agganciare WebService
Contenti loro...
al'epoca usavano WinXp, Delphi 5 ancora in parte BDE, e le modifiche con
DbExpress, tutto su Db oracle; evidentemente la tecnologia non offriva
molto di piu'
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo di backend, frontend ed eventuale db che tu
poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE come si deve a prescindere
dal browser?
niente demo
Non so perchè, ma immaginavo.
i contro degli ebook
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Uso Berlin tutto il giorno e non ho avuto problemi di "instabilita' o
piantamenti", come non li avevo con XE7 solo fortuna ?
Magari fai cose diverse..?
Magari non usi i 64 bit?
tutto puo' essere, ma ritengo Berlin un buon prodotto
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
Adesso non esageriamo...! :-)
mah ? , dopo un'ora di tentativi con V.S Community 2015, progetto C#
WebForm,
non sono arrivato a niente (ammetto di non conoscere V.S. ne
che mi sia troppo simpatico al momento),
.....Webform????? Grazie al kakkio!
Webform è uno dei tanti "aborti" di microsoft.
L'idea era di sviluppare web come in client/server.
Se vuoi fare sviluppo web in .net, oggi si usa il framework MVC (backend tipicamente html + javascript, e frontend), WebApi (solo backend).
Ancora, se non puoi usare ste 2 cose, usi WCF.
Io sto usando MVC sul mio notebook e non si siede, salvo che non attivi alcune opzioni avanzate di debug: allora si, e stranamente, vs ti AVVISA! :-d
ho visto delle griglie dinamiche , stile desktop fatte in JavaScript;
queste avrebbero un senso, non certo le Table Html statiche
Ma VS ti permette di mescolare codice Html e javascript ?
Alberto Salvati
2017-02-23 07:51:47 UTC
Permalink
Post by Stefano
se Teti/Cantu' o altri affermano che con Rest si puo' fare qualcosa,
giocoforza lo devono dimaostra con il codice, l'Oste solo a parole dice
che il suo vino e' buono
Quoto e completo: non un "hello world" REST fatto vedere alla n-esima presentazione della n-esima versione di delphi.
Post by Stefano
mi piacerebbe approfondire, secondo te sono cambiate le richieste o
peggiorato da XE4 in poi ?
Secondo me, quindi rigorsamente IMHO:

1) rilasci troppo frequenti
2) hanno "pompato" il prodotto aggiungendo le parti per il mobile, e FORSE questo ha introdotto un po di casino
Post by Stefano
App con connessione Db tramite FireDac, non sono difficili, resta FM che
secondo me e' un po' contorto, anche se l'idea di base non e' male,
per creare un componente tipo una sorta si TListBox con Immagini, si
devono gestire 3 componenti diversi, oppure affidarsi a TMS
Mi sono spiegato male..Rewind:
conosci app android sviluppate in delphi che fanno qualcosa di tosto?
Se si, quali?
Notare che i componenti FM non sono componenti NATIVI di android.
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Perchè sbattersi su cose di questo tipo e non su androdd studio o
eventualmente xamarin?
questo solo per capire cosa si poteva fare con FM
Torniamo all'utilizzo del tempo.
Post by Stefano
al'epoca usavano WinXp, Delphi 5 ancora in parte BDE, e le modifiche con
DbExpress, tutto su Db oracle; evidentemente la tecnologia non offriva
molto di piu'
Dbx non era male, tranne il driver per MySql.
Fui costretto a comprare quello di devart.
Post by Stefano
tutto puo' essere, ma ritengo Berlin un buon prodotto
Sono contento per te.
Post by Stefano
Ma VS ti permette di mescolare codice Html e javascript ?
Certo che si.
Per quel (poco) che so, oramai javascript, declinato sotto forma delle varie librerie disponibili, è diventato un pezzo importante dello sviluppo web.


A.
Stefano
2017-02-23 13:28:21 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
se Teti/Cantu' o altri affermano che con Rest si puo' fare qualcosa,
giocoforza lo devono dimaostra con il codice, l'Oste solo a parole dice
che il suo vino e' buono
Quoto e completo: non un "hello world" REST fatto vedere alla n-esima presentazione della n-esima versione di delphi.
Post by Stefano
mi piacerebbe approfondire, secondo te sono cambiate le richieste o
peggiorato da XE4 in poi ?
1) rilasci troppo frequenti
2) hanno "pompato" il prodotto aggiungendo le parti per il mobile, e FORSE questo ha introdotto un po di casino
mi trovi d'accordo, rilasci frequenti e costosi; la parte FM serve solo
lato grafico, al momento manca totalmente il supporto per le Windows
Universal (e non e' detto che MS nelle prossime rel. Win10 non cerchi di
spingere verso questa tecnologia), Win10 mobile non se ne parla, si
perdono su ipotetico supporto in complilazione Linux (utile a chi ?)
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
App con connessione Db tramite FireDac, non sono difficili, resta FM che
secondo me e' un po' contorto, anche se l'idea di base non e' male,
per creare un componente tipo una sorta si TListBox con Immagini, si
devono gestire 3 componenti diversi, oppure affidarsi a TMS
conosci app android sviluppate in delphi che fanno qualcosa di tosto?
Se si, quali?
Notare che i componenti FM non sono componenti NATIVI di android.
di tosto non ho mai visto niente, e' molto probabile che con Android
Studio si faccia meglio e prima

il problema di Android sono le varie versioni quindi Api 4.4 etc, non e'
semplice creare qualcosa di serio che vada sulla maggior parte dei device.
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Post by Alberto Salvati
Perchè sbattersi su cose di questo tipo e non su androdd studio o
eventualmente xamarin?
Xamarin non sono come si comporti con l'adattamento al display, Html5 ha
un set di istruzioni ben precise su cui agire.
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
questo solo per capire cosa si poteva fare con FM
Torniamo all'utilizzo del tempo.
vero, diciamo che e' stato uno sfizio; FM non mi convince e non lo
usero' per Mobile
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
al'epoca usavano WinXp, Delphi 5 ancora in parte BDE, e le modifiche con
DbExpress, tutto su Db oracle; evidentemente la tecnologia non offriva
molto di piu'
Dbx non era male, tranne il driver per MySql.
Fui costretto a comprare quello di devart.
anch'io mi trovavo bene con dbx anche con le transazioni esplicite
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
tutto puo' essere, ma ritengo Berlin un buon prodotto
Sono contento per te.
questo non vuol dire che restero' sempre su Delphi, al momento per
Windows Universal vedo VS , non conosco altri concorrenti.

durante gli anni (molti/troppi) sono passato da BasicA, Gwbasic,
QuickBasic, QuickC, Clipper, C++ (all'epoca si compliava a riga di
comando e Sidekick era il "l'IDE per il debug", poi TurboPascal ha
segnato il confine netto tra le regole (dei Basic e quelle del Pascal),
quindi Delphi.

come ricorderai Delphi 8 NET in passato non porto' a niente di concreto.

se i nuovi device HW verificheranno app Win10 Universal, o Delphi si
adegua, permettendo l'implementazione senza rifare gran parte del lavoro
o morira' davvero.

esistono anche tool di conversione Delphi - C# , ma oltre i soliti form
banali non ho mai visto eseguire niente di veramente complesso.
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Ma VS ti permette di mescolare codice Html e javascript ?
Certo che si.
Per quel (poco) che so, oramai javascript, declinato sotto forma delle varie librerie disponibili, è diventato un pezzo importante dello sviluppo web.
mi ricordo anni fa, con ASP (standard) javascript permetteva effetti
vari tipo rotazione immagini, presentazioni.

riaggangio PHP dell'altro post; come linguaggio non e' male, molti
PlugIn di Wordpress sono un misto di Javascript e PHP, ma personalmente
non me ne piace nessuno (troppo lenti nel fare slideshow), sono convinto
che creare una pagina per slideshow a mano, sia molto piu' veloce e
flessibile che non usare un PlugIn (free o a pagamento che sia).

Javascript e' nato per prestazioni e flessibilita', quindi mescolato a
PHP potrebbe perdere parte delle sue potenzialita' (prestazioni).
Alberto Salvati
2017-02-23 13:45:02 UTC
Permalink
Post by Stefano
il problema di Android sono le varie versioni quindi Api 4.4 etc, non e'
semplice creare qualcosa di serio che vada sulla maggior parte dei device.
Quoto, ma dobbiamo tener presente che android è "giovane".
Post by Stefano
durante gli anni (molti/troppi) sono passato da BasicA, Gwbasic,
QuickBasic, QuickC, Clipper, C++ (all'epoca si compliava a riga di
comando e Sidekick era il "l'IDE per il debug", poi TurboPascal ha
segnato il confine netto tra le regole (dei Basic e quelle del Pascal),
quindi Delphi.
Mi sa che siamo quasi coetanei:
gwbasic, quickbasic, clipper 5.x (la summer 87 l'ho saltata...), turbo pascal 5.5, m$ basic 7.1, force, vb5, vb6, delphi (3,4,5,6,7, 2009, xe3, xe5, xe7, berlin), vs2005, vs2010, vs 2015, android studio, netbeans.
Post by Stefano
come ricorderai Delphi 8 NET in passato non porto' a niente di concreto.
Hanno fatto proprio 'na strunzata...
Post by Stefano
Javascript e' nato per prestazioni e flessibilita', quindi mescolato a
PHP potrebbe perdere parte delle sue potenzialita' (prestazioni).
Onestamente, non so.
Non conosco PHP, e solo ora sto muovendo i primi passi su javascript.
Da un lato viene da pensare "maro' che palle..altre cose nuove!", per contro, trovo meraviglioso imparare qualcosa di nuovo, anche se sono prossimo ai 50 anni.

A.
Stefano
2017-02-23 20:38:54 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
il problema di Android sono le varie versioni quindi Api 4.4 etc, non e'
semplice creare qualcosa di serio che vada sulla maggior parte dei device.
Quoto, ma dobbiamo tener presente che android è "giovane".
speriamo arrivi ad uno standard
Post by Alberto Salvati
durante gli anni (molti/troppi) sono passato da BasicA, Gwbasic,
[...]
gwbasic, quickbasic, clipper 5.x (la summer 87 l'ho saltata...), turbo pascal 5.5, m$ basic 7.1, force, vb5, vb6, delphi (3,4,5,6,7, 2009, xe3, xe5, xe7, berlin), vs2005, vs2010, vs 2015, android studio, netbeans.
basic 7.1 + Isam non ho buoni ricordi, se durante uan registrazione si
spegneva il PC potevano esserci perdite di dati.

a turbo pascal sono arrivato per necessita', con QuickBasic 4.5 non
riuscivo a restare entro certe dimensioni di eseguibile (exe), esisteva
un Portatile Ericcson con stampante incorporata destinato a
rappresentanti di calzature che non riusciva a fare girare a dovere il
software, rifatto il progetto in T.P. + alcune librerie Turbo Database
ed ottenuto un .com le dimensioni si riducevano drasticamente.

Era bello "giocare" con gli interrup per scollare un pozaione di
schermo, il mio compagno ideale era "inside the pc ibm - Peter Norton"

Simile a scattare una fotografia e poi entrare in camera oscura per
sviluppare il negativo e successivamente, la foto, passarla nel
fissaggio, etc.; dall '80 al '90 lo facevo proprio di professione, ero
un Geom. che non sopportava disegnare (una cosa meccanica priva di
creativita').

Delphi ho iniziato a valutarlo dalla 1, la 2 ha introdotto i Datamodule,
ma realmente a lavorarci con la 3.
Post by Alberto Salvati
come ricorderai Delphi 8 NET in passato non porto' a niente di concreto.
Hanno fatto proprio 'na strunzata...
anche bella grossa
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
Javascript e' nato per prestazioni e flessibilita', quindi mescolato a
PHP potrebbe perdere parte delle sue potenzialita' (prestazioni).
Onestamente, non so.
Non conosco PHP, e solo ora sto muovendo i primi passi su javascript.
Da un lato viene da pensare "maro' che palle..altre cose nuove!", per contro, trovo meraviglioso imparare qualcosa di nuovo, anche se sono prossimo ai 50 anni.
ho lo stesso impulso, ma la dura realta' e' che bisogna produrre
qualcosa per viverci; sogno sempre di non avere problemi economici e
dedicarmi all'hobby di sperimentare le nuove tecnologie che arriveranno,
per contro i 50 li ho superati, li accetto non e' un problema, il lato
positivo di questa attivita' e' che aiuta a mantenere la mente allenata.
4ndre4
2017-02-23 21:12:22 UTC
Permalink
On 23/02/2017 13:28, Stefano wrote:

[...]
Post by Stefano
il problema di Android sono le varie versioni quindi Api 4.4 etc, non e'
semplice creare qualcosa di serio che vada sulla maggior parte dei device.
Si puo` fare benissimo. Lo stesso Android Studio ti indica la
percentuale di device raggiungibili con una determinata versione delle API.
--
4ndre4
Enrico Bianchi
2017-02-28 00:37:24 UTC
Permalink
Post by Stefano
si
perdono su ipotetico supporto in complilazione Linux (utile a chi ?)
A me ad esempipo, che sviluppo su Linux. Ma se fai questa domanda, deduco che
hai grosse difficoltà a vedere oltre il tuo orticello (che, tra l'altro, sta
cominciando a morire a causa dell'obsolescenza dei tuoi strumenti)
Post by Stefano
il problema di Android sono le varie versioni quindi Api 4.4 etc, non e'
semplice creare qualcosa di serio che vada sulla maggior parte dei device.
Posto che non ho mai sviluppato per Android, queste considerazioni mi sembrano
assurde. Dubito che un'app sviluppata per Android 2.2 automaticamente non vada
più su 3.0 . Questo perché, da quello che so, Google utilizza una metodologia
di deprecazione delle API che permette un aggiornamento graduale delle proprie
app (sempre se quell'api venga prima o poi rimossa)
Post by Stefano
riaggangio PHP dell'altro post; come linguaggio non e' male, molti
Oddio, dire che PHP come linguaggio non è male è un'espressione forte, ma
tanto
Post by Stefano
Javascript e' nato per prestazioni e flessibilita', quindi mescolato a
PHP potrebbe perdere parte delle sue potenzialita' (prestazioni).
Va beh, qua non sai di cosa stai parlando

Enrico
Stefano
2017-02-28 10:04:21 UTC
Permalink
Post by Enrico Bianchi
Post by Stefano
si
perdono su ipotetico supporto in complilazione Linux (utile a chi ?)
A me ad esempipo, che sviluppo su Linux. Ma se fai questa domanda, deduco che
hai grosse difficoltà a vedere oltre il tuo orticello (che, tra l'altro, sta
cominciando a morire a causa dell'obsolescenza dei tuoi strumenti)
se guardiamo Lato Server, Linux e' diffuso, ma a livello Desktop chi ti
chiedera' un gestionale per Linux ?

quanto all'orticello, che abbia terriccio Delphi o C# , se deve produrre
un gestionale Windows Desktop non ci sarà differenza
Post by Enrico Bianchi
Post by Stefano
il problema di Android sono le varie versioni quindi Api 4.4 etc, non e'
semplice creare qualcosa di serio che vada sulla maggior parte dei device.
Posto che non ho mai sviluppato per Android, queste considerazioni mi sembrano
assurde. Dubito che un'app sviluppata per Android 2.2 automaticamente non vada
più su 3.0 . Questo perché, da quello che so, Google utilizza una metodologia
di deprecazione delle API che permette un aggiornamento graduale delle proprie
app (sempre se quell'api venga prima o poi rimossa)
mi e' capitato un demo , compilato ed installato su Android 2.1 Api 5
(Hauway G510) girava senza problemi, stesso esempio passato su altro
terminale con Android 4.0 Api 14, l'App partiva e dopo qualche secondo
si chiudeva, altre volte funzionava corettamente.
agganciava il Gps e visualizzava mappa e coordinate della locazione.
Post by Enrico Bianchi
Post by Stefano
riaggangio PHP dell'altro post; come linguaggio non e' male, molti
Oddio, dire che PHP come linguaggio non è male è un'espressione forte, ma
tanto
magari per le tue esigenze e' scarso, ho modificato qualche template di
Wordpress, e non ho impiegato troppo a capirlo
Post by Enrico Bianchi
Post by Stefano
Javascript e' nato per prestazioni e flessibilita', quindi mescolato a
PHP potrebbe perdere parte delle sue potenzialita' (prestazioni).
Va beh, qua non sai di cosa stai parlando
non sono esperto ma :
PHP = Lato server, JS = Lato client
se Lato server trovo all'interno di PHP istruzioni JS da interpretare,
devono essere inviate al Browser; non sono una perdita ?
4ndre4
2017-02-28 10:09:44 UTC
Permalink
On Tuesday, 28 February 2017 10:04:26 UTC, Stefano wrote:

[...]
Post by Stefano
PHP = Lato server, JS = Lato client
se Lato server trovo all'interno di PHP istruzioni JS da interpretare,
devono essere inviate al Browser; non sono una perdita ?
A parte che, con NodeJS, JS non e` piu` solo relegato al lato client, ma poi che significa "all'interno di PHP istruzioni JS da interpretare"? Fammi un esempio.
Stefano
2017-02-28 10:45:31 UTC
Permalink
Post by Stefano
PHP = Lato server, JS = Lato client
se Lato server trovo all'interno di PHP istruzioni JS da interpretare,
devono essere inviate al Browser; non sono una perdita ?
A parte che, con NodeJS, JS non e` piu` solo relegato al lato client, ma poi che significa "all'interno di PHP istruzioni JS da interpretare"? Fammi un esempio.
qualcosa di simile, il codice PHP viene eseguito dal Server, quando
trova la funzione elimina non la deve passare al client ?

//codice php
<?php
//Controlla i parametri in ingresso
if(isset($_POST['comando']) && $_POST['comando']=="ELIMINA"){
if(isset($_POST['id']))
//CANCELLA IL RECORD. elimina con un certo id.
}
?>
... // javascript
... //
<script language="JavaScript">
function elimina(id){
if(confirm("Vuoi eliminare")){
document.form1.id=id;
document.form1.operazione="ELIMINA";
document.form1.submit();
}else return false;
}
</script>
... // html
<form name="form1" method="POST">
<input type="hidden" name="id"/>
<input type="hidden" name="operazione"/>
</form>
4ndre4
2017-02-28 11:43:52 UTC
Permalink
Io credo che tu sia molto confuso su come funzioni un'applicazione web. Che significa "quando trova la funzione elimina"? Quella funzione è in JavaScript è disponibile già al client. Che vuol dire "passargliela al client"? Il codice PHP viene eseguito sul server. Il codice JS sul client. Non interagiscono tra loro.
Stefano
2017-02-28 12:12:58 UTC
Permalink
Io credo che tu sia molto confuso su come funzioni un'applicazione web.non non ne dubito, mi sono fatto delle concezioni sbagliate.
Che significa "quando trova la funzione elimina"? Quella funzione è
in JavaScript è disponibile già al client.
Che vuol dire "passargliela al client"? Il codice PHP viene eseguito
sul server. Il codice JS sul client. Non interagiscono tra loro.
il codice PHP (la pagina che lo contiene e' su un Server) mentre il
browser che la chiama non e' sulla stessa macchina.
secondo la mia idea sbagliata: JS viene eseguito sul client (che quindi
deve essere inviato ed interpretato).

tu scrivi che JS è gia' disponibile su Client, intendi che quando il
browser legge la pagina (dal Server), ha gia' interpretato il codice JS,
cosi' ogni parte di codice PHP/JS fa la propria azione senza un continuo
scambio.
4ndre4
2017-02-28 12:59:31 UTC
Permalink
Il browser chiede al server una pagina, il server delega all'interprete php l'elaborazione del codice php nella pagina ed incorpora l'output nella risposta. Il codice JS nella pagina non viene toccato dal server, ma spedito al browser, che lo interpreta ed esegue al momento opportuno.
Enrico Bianchi
2017-02-28 23:38:48 UTC
Permalink
Post by Stefano
se guardiamo Lato Server, Linux e' diffuso, ma a livello Desktop chi ti
chiedera' un gestionale per Linux ?
A livello desktop il gestionale lo faccio web. Che può girare sotto Linux. E
che ha molti vantaggi rispetto ad una soluzione desktop vera (una su tutte,
l'aggiornamento)
Post by Stefano
quanto all'orticello, che abbia terriccio Delphi o C# , se deve produrre
un gestionale Windows Desktop non ci sarà differenza
Ce n'è, ce n'è parecchia, purtroppo. Se per Delphi ho una libreria per
connettermi al database, per C# ne ho una decina. E questo è solo un esempio
Post by Stefano
magari per le tue esigenze e' scarso, ho modificato qualche template di
Wordpress, e non ho impiegato troppo a capirlo
Non è che sia scarso per le mie esigenze, è che è un linguaggio fatto male e
gestito male. Che poi ti permetta di modificare un template Wordpress (altro
prodotto fatto male) in pochi minuti, è un altro discorso
Post by Stefano
PHP = Lato server, JS = Lato client
se Lato server trovo all'interno di PHP istruzioni JS da interpretare,
devono essere inviate al Browser; non sono una perdita ?
Allora, PHP è un linguaggio di programmazione web server side, ovvero viene
interpretato lato server e al client viene inviato il risultato. Javascript
è un linguaggio di scripting client side, ovvero viene inviato al client e ci
pensa lui ad interpretarlo. Posto che fa veramente schifo, mischiare codice PHP
e codice JS nella stessa pagina web non influisce sulle prestazioni, perché
comunque il codice Javascript verrà interpretato *dopo* che la pagina sarà
stata interpretata dal motore PHP. Detto questo, sono d'accordo con Andrea,
studia come funziona il web perché se vuoi cimentarti nella programmazione di
webapp non hai la minima idea di cosa stai facendo

Enrico
4ndre4
2017-02-23 21:10:13 UTC
Permalink
On 22/02/2017 20:25, Stefano wrote:

[...]
Post by Stefano
se Teti/Cantu' o altri affermano che con Rest si puo' fare qualcosa,
giocoforza lo devono dimaostra con il codice
REST e` un modello architetturale che prescinde da Delphi e che "con
REST si possa fare qualcosa" non e` dato da dimostrare ne` a Cantu`, ne
a Teti. Che REST sia valido e` dimostrato dalla miriade di sistemi
RESTful in giro. Semmai loro possono mostrarti come costruire un sistema
RESTful con backend in Delphi (che e` quel che Teti fa nel suo libro).
Detto questo, il fatto che in Delphi si possa fare qualcosa e` un conto;
il fatto che valga la pena realizzare quel qualcosa in Delphi e` un
altro. Diciamo che persone come Cantu` hanno fatto dell'evangelizzazione
su Delphi il proprio mestiere, per cui il paragone con l'oste e`
abbastanza calzante.
--
4ndre4
Stefano
2017-02-22 21:54:45 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
[...]
Post by Stefano
gia' e' un mondo vario e vasto, dove esiste tutto ed il contrario di tutto.
Già. A volte anche troppo... :-P
per mescolare le carte aggiungiamo PHP, ora OOP sicuramente idoneo per
creare pagine web dinamiche.
almeno nei casi dove qualcuno si trovi a dover consultare dati tramite
web, si tratta di pagine dinamiche.

cosi' l'ipotetico uso comune
- db unico
- azienda con applicativo desktop
- manager o altro consulta i dati tramite pagine web
oppure
- utente consulta la sua area (turni, note di servizio, programmazione
servizi) via web

visti i casi sopra vale la pena fare un WCF ? , quello che serve non e'
piu' simile ad un WebForm ? PHP puo' ottenere risultati equivalenti ad
Asp.Net forse in modo piu' pulito (manutenzione codice)

e per completare "tutto ed il contrario di tutto", ci sono sostenitori
che indicano Asp.Net non la migliore tecnologia per pagine web, che MS
per ASP.NET abbia copiato PHP, stessa cosa con C# e Java.
Alberto Salvati
2017-02-23 08:21:14 UTC
Permalink
Post by Stefano
per mescolare le carte aggiungiamo PHP, ora OOP sicuramente idoneo per
creare pagine web dinamiche.
Come python, java, asp.net e, come suggerito in altro thread, GO.

Nota di colore...
Ad un meeting del JUG di Milano un tizio ex java, passato poi a PHP e poi tornato a Java, parlava di questo suo ritorno a java con un senso di enorme sollievo per aver mollato PHP.
Ovviamente, ma non per tutti, è una cosa da prendere con le pinze, non essendo supportata da dati oggettivi!
Post by Stefano
visti i casi sopra vale la pena fare un WCF ? , quello che serve non e'
piu' simile ad un WebForm ? PHP puo' ottenere risultati equivalenti ad
Asp.Net forse in modo piu' pulito (manutenzione codice)
Stai facendo un po di confusione. Allora:

1) wcf sta per Windows Communication Fundation.
E' l'evoluzione del vecchio remoting, presente nelle prime versioni del framework .net. Quindi, WCF *non è interfaccia utente"*.

2) WebForm è una tecnologia di .net OBSOLETA DA DIMENTICARE.
E comunque, WebForm **è SOLO interfaccia utente**.

3) un confronto tra WCF e Webform non ha senso, trattandosi di tecnologie che fanno cose diverse, un po come confrontare un auto con un frullatore.

4) ** allo stato attuale, in asp.net la VIA è MVC **
Post by Stefano
e per completare "tutto ed il contrario di tutto", ci sono sostenitori
CHI? DOVE? NOMI E COGNOMI? LINK? ETC ETC ETC
Post by Stefano
che indicano Asp.Net non la migliore tecnologia per pagine web,
Questi "sostenitori" hanno DATI OGGETTIVI per supportare questa loro tesi?

...si..scusa il francesismo, ma me so rutto proprio o'kaz di quella nutrita schiera di persone le quali, a prescindere dal COSA, per dirla alla napoletana "parlano 'a schiovere" (trad: a vanvera) dicendo tutto ed il contrario di tutto ma SENZA MAI PORTARE DATI OGGETTIVI, E SPESSO PARLANDO PER SEMPLICE SENTITO DIRE...!
Basta con l'aria fritta, e ke kaz!
Post by Stefano
che MS
per ASP.NET abbia copiato PHP, stessa cosa con C# e Java.
1) ..quindi...??
2) MA CHI SE NE FOTTE?? :-d

A.
Stefano
2017-02-23 10:26:33 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
per mescolare le carte aggiungiamo PHP, ora OOP sicuramente idoneo per
creare pagine web dinamiche.
Come python, java, asp.net e, come suggerito in altro thread, GO.
Nota di colore...
Ad un meeting del JUG di Milano un tizio ex java, passato poi a PHP e poi tornato a Java, parlava di questo suo ritorno a java con un senso di enorme sollievo per aver mollato PHP.
Ovviamente, ma non per tutti, è una cosa da prendere con le pinze, non essendo supportata da dati oggettivi!
A volte
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
visti i casi sopra vale la pena fare un WCF ? , quello che serve non e'
piu' simile ad un WebForm ? PHP puo' ottenere risultati equivalenti ad
Asp.Net forse in modo piu' pulito (manutenzione codice)
diciamo pure molta
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
1) wcf sta per Windows Communication Fundation.
E' l'evoluzione del vecchio remoting, presente nelle prime versioni del framework .net. Quindi, WCF *non è interfaccia utente"*.
2) WebForm è una tecnologia di .net OBSOLETA DA DIMENTICARE.
E comunque, WebForm **è SOLO interfaccia utente**.
3) un confronto tra WCF e Webform non ha senso, trattandosi di tecnologie che fanno cose diverse, un po come confrontare un auto con un frullatore.
4) ** allo stato attuale, in asp.net la VIA è MVC **
ok, vado a leggere degli articoli e studiare;
un dubbio: non e' che serve necessariamente IIS ?
un'altro: sui client deve necessariamente essere presente un driver .Net
per MySQL (MySqlConnector)
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
e per completare "tutto ed il contrario di tutto", ci sono sostenitori
CHI? DOVE? NOMI E COGNOMI? LINK? ETC ETC ETC
https://www.gardainformatica.it/blog/sviluppo-software/perche-asp-net-non-scelta-migliore-per-realizzare-applicazione-web
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
che indicano Asp.Net non la migliore tecnologia per pagine web,
Questi "sostenitori" hanno DATI OGGETTIVI per supportare questa loro tesi?
Post by Alberto Salvati
...si..scusa il francesismo, ma me so rutto proprio o'kaz di quella nutrita schiera di persone le quali, a prescindere dal COSA, per dirla alla napoletana
"parlano 'a schiovere" (trad: a vanvera) dicendo tutto ed il
contrario di tutto ma SENZA MAI PORTARE DATI OGGETTIVI, E SPESSO
PARLANDO PER SEMPLICE SENTITO DIRE...!
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Basta con l'aria fritta, e ke kaz!
giusto un un buon Francese chiaro.
Post by Alberto Salvati
Post by Alberto Salvati
Post by Stefano
che MS
per ASP.NET abbia copiato PHP, stessa cosa con C# e Java.
1) ..quindi...??
2) MA CHI SE NE FOTTE?? :-d
nessuno; se uno ha copiato l'altro o viceversa, dimostra solo che
nessuno reinventa niente (anche se vogliono fare credere il contrario)
Alberto Salvati
2017-02-23 10:41:16 UTC
Permalink
Post by Stefano
ok, vado a leggere degli articoli e studiare;
Esatto.
Post by Stefano
un dubbio: non e' che serve necessariamente IIS ?
Non ti so dire.
Post by Stefano
un'altro: sui client deve necessariamente essere presente un driver .Net
per MySQL (MySqlConnector)
Assolutamente no! Altrimenti, che applicazione web sarebbe, scusa?
Una applicazione web fa *quasi tutto* server side.
Post by Stefano
https://www.gardainformatica.it/blog/sviluppo-software/perche-asp-net-
non-scelta-migliore-per-realizzare-applicazione-web
Leggerò valuterò rifletterò.

A.
Enrico Bianchi
2017-02-27 19:43:46 UTC
Permalink
Post by Stefano
(ammetto di non conoscere V.S. ne
che mi sia troppo simpatico al momento),
Ti consiglio di insistere, sia perché C# è molto vicino a Delphi come
linguaggio (il progettista è lo stesso), sia perché ha molto più futuro di
Delphi (una su tutte, è completamente multipiattaforma)
Post by Stefano
tentativo di creare una pagina Asp.Net minima; 10 min di notepad ++
e ho creato un file .aspx per visualizzare due caselle di testo ed un Button
Occhio, scrivere il codice di controllo assieme a quello di presentazione è
considerata una pratica obsoleta, ma è comunque un punto di partenza. Ti vorrei
comunque far notare quanta riusabilità di codice hai con .NET, ovvero librerie
scritte in C# possono essere utilizzate in ASP.NET, in Delphi, proprio perché
l'unico sistema per usarlo via web è come backend, una cosa del genere non è
possibile

Enrico
Stefano
2017-02-28 09:30:29 UTC
Permalink
Post by Enrico Bianchi
Post by Stefano
(ammetto di non conoscere V.S. ne
che mi sia troppo simpatico al momento),
Ti consiglio di insistere, sia perché C# è molto vicino a Delphi come
linguaggio (il progettista è lo stesso), sia perché ha molto più futuro di
Delphi (una su tutte, è completamente multipiattaforma)
in effetti trovo C#, un buon linguaggio; mi sono piaciute le classi e
dichiarazioni, anche le property comode.

sul "mutipiattaforma" non sara' proprio semplice
es: se uso un progetto Windows WPF

using System.Windows;
using System.Windows.Controls;
using System.Windows.Data;
using System.Windows.Documents;
using System.Windows.Input;
using System.Windows.Media;
using System.Windows.Media.Imaging;
using System.Windows.Navigation;
using System.Windows.Shapes;

ho fatto delle prove con WPF e ASP.NET, sono riuscito dopo un po' di
sbattimento iniziale a connettere un Db MySQL e la dichiarazione e' la
stessa, a leggere e visualizzare un file di testo UTF8, e caricare Immagini.

mi resta da capire come gestire le datagrid, e ancora di piu' ottenere
una pulizia di codice.

in Delphi e' facile, ma con VS sara' questione di abituarsi al nuovo
amniente.

in Delphi per usare moduli esterni sempre sempre la "uses", in C# basta
dichiarare ed istanzare una "finestra" per accedere.

mi restano dubbi su come poi liberare le risorse, posso dichiarea un
Distruttore con la "tilde" e poi sara' il Garbage Collettor ad occuparsene.

Tra le prove ho fatto delle prove per sviluppare Desktop (quindi WPF e
Finestre non WindowsForm), ho riscontrato che aperta una Finestra e
dichiarata Owner questa non resrta dentro il *padre*, per chiarezza

private void button_Click(object sender, RoutedEventArgs e)
{
var myWindow = new Window2();
myWindow.Owner = this;
myWindow.Top = this.Top + 10; myWindow.Left = this.Left + 100;
myWindow.WindowStyle = ToolWindow;
myWindow.Show();
}

lato visuale trovo Delphi decisamente migliore, per contro in C# non
servono componenti di accesso come FireDac, Dbx.

in VS devo gioco forza installare MySQL for Visual Studio e
MYSQLConnector, oltre che aggiingere MySQL.Data nelle References del
progetto
Post by Enrico Bianchi
Post by Stefano
tentativo di creare una pagina Asp.Net minima; 10 min di notepad ++
e ho creato un file .aspx per visualizzare due caselle di testo ed un Button
Occhio, scrivere il codice di controllo assieme a quello di presentazione è
considerata una pratica obsoleta, ma è comunque un punto di partenza.
certo, ma prendendo pratica di VS, si puo' ovviare essendo due moduli
distinti

Ti vorrei
Post by Enrico Bianchi
comunque far notare quanta riusabilità di codice hai con .NET, ovvero librerie
scritte in C# possono essere utilizzate in ASP.NET, in Delphi, proprio perché
l'unico sistema per usarlo via web è come backend, una cosa del genere non è
possibile
il problema che ho di fare convivere Delphi e Web, lo risolvero' con
ASP.NET (non vedo altra strada) , in azienda usano il gestionale Win32,
chi ha necessita' di consultare via Web si connettera' allo stesso Db
per le operazioni necessarie.
Alberto Salvati
2017-02-28 10:24:10 UTC
Permalink
C# non è niente male.
Forse l'unica cosa che manca a chi arriva da delphi/pascal sono i set.
Post by Stefano
sul "mutipiattaforma" non sara' proprio semplice
Nessun multipiattaforma è semplice.
Se usi lazarus, devi tener conto che su windows hai COM ma su linux COM non esiste.
Se usi un qualsiasi strumento per sviluppo mobile multipiattaforma, devi tener conto che i livelli di astrazione riescono a "mascherare" le differenze hardware tra un iphone ed un device androdi quale esso sia solo fino ad un certo punto.
Post by Stefano
in Delphi e' facile, ma con VS sara' questione di abituarsi al nuovo
amniente.
Esatto.
Post by Stefano
in Delphi per usare moduli esterni sempre sempre la "uses", in C# basta
dichiarare ed istanzare una "finestra" per accedere.
Non si parlava di uses, ma di "pezzi funzionali *condivisi* ed ESTERNI alle varie applicazioni".
In delphi hai le DLL di windows (che espongono FUNZIONI E PROCEDURE, cioè non object oriented) oppure i packages (un po scomodi).
In c# le dll sono l'equivalente dei packages di delphi, ed espongono quindi CLASSI.
Quindi, io posso creare una dll (più precisamente, una libreria di classi) e aggiungerne i riferimenti a n progetti DIVERSI scritti in .net, a prescindere se si parli di c#, cb.net, asp.net etc etc.
Un esempio su tutti.

Crei una dll c# che usa Entity Framework (ti sputa fuori qualcosa simile a JPA di java, cioè, una gerarchia di classi che descrivono la stuttura del db in uso). Poi questa DLL la aggiungi alle reference di N progetti diversi (client/server o web, c# o vb.net..etc etc etc).
A quel punto, hai un layer per il CRUD sul db condiviso, riutizzabile E NON RIDONDANTE.
Ovviamente, ma non per tutti, se sta kaz di DLL cambia, devi ricompilare tutti i pogetti per essere sicuro che le modifiche non mandino ai festini del nano di arcore il funzionamento di qualcosa...

*** Questa cosa, in delphi, kol kaz che la fai. ***
Post by Stefano
mi restano dubbi su come poi liberare le risorse, posso dichiarea un
Distruttore con la "tilde" e poi sara' il Garbage Collettor ad occuparsene.
Quello non è un distruttore..
Si tratta di codice eseguito alla distruzione dell'oggetto, esattamente come il codice che metti ad esempio nella OnDesotry di un form delphi.
Riguardo il liberare le risorse, leggi sull'ovvio (ma non per tutti) sito informazioni relative a IDisposable.
Post by Stefano
lato visuale trovo Delphi decisamente migliore, per contro in C# non
servono componenti di accesso come FireDac, Dbx.
Stai facebdo un po di confusione.
In delphi puoi usare dbx, ado, firedac e le varie suite specifiche per alcuni db.
In .Net usi Ado.Net, parzialmente declinata in modi diversi a seconda del tipo di db, vedi la necessità che tu stesso citavi del MySqlConnector.
Post by Stefano
il problema che ho di fare convivere Delphi e Web, lo risolvero' con
ASP.NET (non vedo altra strada) , in azienda usano il gestionale Win32,
chi ha necessita' di consultare via Web si connettera' allo stesso Db
per le operazioni necessarie.
Esatto.

A.
4ndre4
2017-02-28 13:12:21 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
delphi hai le DLL di windows (che espongono FUNZIONI E PROCEDURE, cioè non object oriented) oppure i packages (un po scomodi).
In c# le dll sono l'equivalente dei packages di delphi

Guarda che i package di Delphi *SONO* DLL.
Enrico Bianchi
2017-02-20 09:17:03 UTC
Permalink
Post by Stefano
Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.
React devi utilizzarlo come frontend, ovvero crei un backend in Delphi che
risponde tramite e.g. REST API e poi, mediante PHP, Python, Ruby, Java, Go,
crei una webapp che sfrutta React per servire i contenuti (personalmente ti
consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per scrivere la webapp)

Enrico
Alberto Salvati
2017-02-20 09:42:47 UTC
Permalink
Post by Enrico Bianchi
crei una webapp che sfrutta React per servire i contenuti (personalmente ti
consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per scrivere la webapp)
...addirittura GO prima di java...

Posso chiederti perchè?

A.
4ndre4
2017-02-20 09:54:25 UTC
Permalink
On Monday, 20 February 2017 09:42:48 UTC, Alberto Salvati wrote:

[...]
Post by Alberto Salvati
...addirittura GO prima di java...
Go e` un ottimo linguaggio, che ha la meta` degli anni di Java e che sta crescendo bene. Molti validi progetti (Docker e Kubernetes in primo luogo) sono scritti in Go. Benche` Java sia ancora il linguaggio piu` usato, e` abbastanza vecchiotto. Val la pena esplorare nuovi linguaggi per cose nuove. Non necessariamente per necessita`, ma per arricchimento personale.
Enrico Bianchi
2017-02-20 11:26:01 UTC
Permalink
Post by 4ndre4
Benche` Java sia ancora il linguaggio piu` usato, e`
abbastanza vecchiotto.
Più che altro Go lo vedo bene proprio per chi proviene da Delphi, in quanto si
trova un linguaggio molto simile a quello che ha lasciato ed ha comunque un
linguaggio che, come dici, sta crescendo bene (in particolare, lato web ha
abbastanza librerie, e benché sia consigliabile più per creare REST API, va
bene anche per webapp complete). Inoltre, le goroutines e i channel sono
qualcosa di ben fatto che permettono una scalabilità abbastanza semplice e
veloce

Enrico
Enrico Bianchi
2017-02-20 10:18:37 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
...addirittura GO prima di java...
In effetti ci starebbe bene anche Python prima di Java...
Post by Alberto Salvati
Posso chiederti perchè?
Perché, a fronte di una sintassi semplice ed immediata, e a fronte di una
velocità esecuzione pari a quella di Delphi (il codice viene compilato in un
binario PE/Elf), non hai i problemi di Python (deploy, ram) né i problemi di
Java (ram), con il vantaggio di avere un linguaggio pensato anche e soprattutto
per la programmazione concorrente

Enrico
Morde
2017-02-20 10:21:35 UTC
Permalink
Post by Alberto Salvati
...addirittura GO prima di java...
Posso chiederti perchè?
Appunto, sono interessato anche io alle motivazioni.
Essere un early adopter può portarti in vantaggio sulla concorrenza, ma
può anche portarti a questo: Loading Image...
--
Morde
4ndre4
2017-02-20 12:18:13 UTC
Permalink
On Monday, 20 February 2017 10:21:42 UTC, Morde wrote:

[...]
Post by Morde
Appunto, sono interessato anche io alle motivazioni.
Essere un early adopter può portarti in vantaggio sulla concorrenza, ma
può anche portarti a questo: http://oi64.tinypic.com/6oexe8.jpg
Il rischio di spararsi nei piedi e` mitigato dalle garanzie che arrivano da fuori e dall'aria che si respira. Il fatto che molti progetti di successo (vedi Docker e Kubernetes) siano stati scritti con quel linguaggio e` un'ottima garanzia. Il fatto che dietro ci siano persone del calibro di Pike e Thompson sono un'altra ottima garanzia.
ca75
2017-02-20 11:59:46 UTC
Permalink
Post by Enrico Bianchi
Post by Stefano
Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.
React devi utilizzarlo come frontend, ovvero crei un backend in Delphi che
risponde tramite e.g. REST API e poi, mediante PHP, Python, Ruby, Java, Go,
crei una webapp che sfrutta React per servire i contenuti (personalmente ti
consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per scrivere la webapp)
ho dato un occhio a Go ( prima volta che lo vedo ) andando sul sito
"golang", non mi piace la storia delle dichiarazioni di variabili per
assegnazione, anche se da quanto ho capito si salva in calcio d'angolo.
Se ho capito bene la prima assegnazione deve essere fatta con ':='
altrimenti ti dice variabile non esistente.

Ma questi sono solo gusti personali, preferisco quella del c/pascal.
--
-------------------------------
per scrivere in privato
togliere "1975nosp"

to reply remove "1975nosp"

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Enrico Bianchi
2017-02-20 16:07:07 UTC
Permalink
Post by ca75
Se ho capito bene la prima assegnazione deve essere fatta con ':='
altrimenti ti dice variabile non esistente.
Hai capito a metà ;)
In Go puoi assegnare le variabili dinamicamente (pippo := 1) o staticamente
(var pippo int; pippo = 1), quello che cambia è il contesto e la riassegnazione
(ovvero, se assegni con pippo := 1, successivamente devi usare pippo = 2).
Inoltre, in caso si definiscono delle strutture, devi necessariamente definire
il tipo di ogni campo della struttura

Enrico
ca75
2017-02-20 16:50:43 UTC
Permalink
Post by Enrico Bianchi
Post by ca75
Se ho capito bene la prima assegnazione deve essere fatta con ':='
altrimenti ti dice variabile non esistente.
Hai capito a metà ;)
Prima volta che lo vedo e arrivo a metà :)

comunque grazie per la spiegazione.
--
-------------------------------
per scrivere in privato
togliere "1975nosp"

to reply remove "1975nosp"

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
4ndre4
2017-02-20 17:04:14 UTC
Permalink
On Monday, 20 February 2017 16:50:49 UTC, ca75 wrote:

[...]
Post by ca75
Prima volta che lo vedo e arrivo a metà :)
Diciamo che hai capito a meta` l'argomento basilare di ogni linguaggio di programmazione: l'assegnazione di variabili.

Questo dovrebbe farti riflettere.
ca75
2017-02-20 17:59:10 UTC
Permalink
Post by 4ndre4
[...]
Post by ca75
Prima volta che lo vedo e arrivo a metà :)
Diciamo che hai capito a meta` l'argomento basilare di ogni linguaggio di programmazione: l'assegnazione di variabili.
Questo dovrebbe farti riflettere.
Mi riferivo alla sintassi di come si crea una variabile.
--
-------------------------------
per scrivere in privato
togliere "1975nosp"

to reply remove "1975nosp"

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Emanuele Desideri
2017-02-22 08:30:10 UTC
Permalink
(personalmente ti consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per
scrivere la webapp)
scusate l'ignoranza, ma sono curioso, per quanto riguarda la parte di
front-end, volendo utilizzare un IDE "RAD" (non so se è il termine
corretto) ossia che permetta di realizzare interfacce utente in maniera
visuale, su cosa vi orientereste?
Cercando sul web si apre un mondo...qualcuno ha esperienza diretta con
qualche prodotto?
Grazie
--
Emanuele Desideri
4ndre4
2017-02-22 09:24:46 UTC
Permalink
È un'esigenza poco sentita lato web, soprattutto se usi tool come bootstrap. Oggi poi c'è il responsive programming.
Enrico Bianchi
2017-02-28 23:51:33 UTC
Permalink
Post by Emanuele Desideri
scusate l'ignoranza, ma sono curioso, per quanto riguarda la parte di
front-end, volendo utilizzare un IDE "RAD" (non so se è il termine
corretto) ossia che permetta di realizzare interfacce utente in maniera
visuale, su cosa vi orientereste?
Qt Creator + Go/Python/C#/$altro.
Oppure Scene Builder + Java
Oppure Visual Studio + C#/VB.Net/$altro su .Net

Enrico
4ndre4
2017-03-01 01:58:24 UTC
Permalink
On Tuesday, 28 February 2017 23:51:34 UTC, Enrico Bianchi wrote:

[...]
Oppure Scene Builder ...
Che pero` e` orripilante. Non capisco come si possa seriamente pensare di usare JavaFX per l'UI...
Enrico Bianchi
2017-03-01 10:50:16 UTC
Permalink
Post by 4ndre4
Che pero` e` orripilante. Non capisco come si possa seriamente pensare di
usare JavaFX per l'UI...
Non ti do torto, ma non è che tu abbia alternative, Swing rimane solo per
retrocompatibilità e SWT non mi ha mai entusiasmato parecchio...

Enrico
Stefano
2017-03-01 13:34:36 UTC
Permalink
mi avete scritto che Delphi e' preistorico mentre C# il futuro, niente
da dire su C#, ma sul modo di collegare un dataGrid ad una Tabella si.

In Delphi esiste il dataSource che punta a FDQuery e un DbGrid che punta
a dataSource, quindi comodo e univoco (o cosi' o niente).

in C# WPF

trovo vari modi di popolare un datGrid (nessuno ha fuzionato), questo
uno dei piu' semplici.

dichiarazioni
MySql.Data.MySqlClient.MySqlConnection conn;
MySqlDataAdapter da;
DataSet ds;

public MainWindow()
{
InitializeComponent();
conn = new MySql.Data.MySqlClient.MySqlConnection();
}

conn.ConnectionString = myConnectionString;
conn.Open();
MessageBox.Show("Locale connesso" + conn.ServerVersion);

da = new MySqlDataAdapter("SELECT * FROM tb_lingue", conn);
ds = new DataSet();
da.Fill(ds); //errore (*)
dataGrid.ItemsSource = ds.Tables[0].DefaultView;

(*) System.NotImplementedException non è stata gestita
HResult=-2147467263
Message=Operazione o metodo non implementato.

se invece dichiaro MySqlDataSet ds;
ottengo su dataGrid.ItemsSource = ds.Tables[0]
MySqlDataSet non contiene una definizone di Tables

Voi che conoscete C# e VS e' un problema di WPF o e' proprio macchinoso
di suo ?

che vuol dire metodo non implemetato ? Fill e' un metodo di SqlDataAdapter.
Alberto Salvati
2017-03-01 16:53:13 UTC
Permalink
E' da alcuni post che ho la sensazione che:

1) confusione

2) parti troppo in quarta senza prima aver studiato qualcosa.
Vedi WebForm (praticamente obsoleta) e i dataset (praticamente obsoleti).
Su questo punto ti suggerisco, prima di leggere un qualsiasi post/thread/articolo etc, di vedere A CHE ANNO RISALGONO.


3) questo è un NG delphi, non un NG c#/.net

Quindi, per 'sta volta rispondo.
Se hai altre rogne su .net, gia sai dove andare a postare le tue domande.

Ovviamente (ma non per tutti), google rulez:


1) qua c'è un esempio di come collegare un "qualcosa" ad una grid:
http://stackoverflow.com/questions/5809816/datagrid-binding-in-wpf

Notare che puoi usare come fonte dati per una griglia non solo un "qualcosa" che fa riferimento ad un database: può anche essere una collection.
Tanto per fare un esempio, prova in delphi a popolare una griglia VCL, senza usare livebindings, con una collection SENZA PASSARE DA UNO STRATO INTERMEDIO!

Una eccezione che conosco IO è la griGlia dei developer express che tramite una classse datacontroller permette di popolare la griglia con quello che ti pare (con un po di lavoro..), ma i devex non solo non sono agratis ma sono pure belli costosi:

https://www.devexpress.com/Products/VCL/pricing.xml



2) https://wpftutorial.net/DataGrid.html
A qusto link c'è una piccola raccolta di comuni task sulle grid.


Ovviamente (ma non per tutti) questi link sono UN INIZIO e non LA SOLUZIONE PRONTA!

..mo basta però.. :-)

A.

Continua a leggere su narkive:
Loading...